Come rinominare la cartella del profilo utente in Windows 10

Quando si crea un account utente collegato a un account Microsoft in Windows 10, i primi 5 caratteri dell'ID account live verranno utilizzati per il nome della cartella del profilo utente. Ad esempio, se sramesh_2001 [@ outlook.com] è l'ID account Microsoft, la cartella del profilo utente verrà denominata " srame ". Questo post spiega come rinominare la cartella dell'account utente in Windows.

Questo problema non si verifica se si crea prima un account utente locale e poi si passa all'account Microsoft. Se desideri avere un nome personalizzato per la cartella del tuo account utente, crea prima un account locale, con il tuo nome preferito. Dopo aver effettuato l'accesso e inizializzato il profilo, è possibile passare a Microsoft Account (MSA). La cartella dell'account utente manterrà lo stesso nome.

Come rinominare la cartella del profilo utente in Windows?

Se disponi di un account utente esistente con il nome della cartella del profilo troncato a cinque caratteri, ecco come modificarlo. Tuttavia, ci vuole molto lavoro e una certa quantità di rischio in quanto alcune applicazioni potrebbero non funzionare come desiderato dopo la ridenominazione. È meglio eseguire un backup basato su immagini e procedere oltre. A mio avviso, è necessario eseguire i passaggi seguenti solo se si dispone di backup appropriati.

preparativi

  • Leggi la sezione "Avvertenze" di seguito, prima di procedere.
  • Trova un registro decente, trova e sostituisci l'utilità e scaricala.
  • Eseguire il backup dell'intera unità di sistema utilizzando una buona utility di backup basata su immagini. (ad es. Macrium Reflect Free)

Rinominare la cartella dell'account utente

  1. Crea un secondo account amministratore, che può essere un account utente locale.
  2. Disconnetti il ​​tuo account principale e accedi al secondo account amministratore.
  3. Avvia Regedit.exe e vai a:
     HKEY_LOCAL_MACHINE \ SOFTWARE \ Microsoft \ Windows NT \ CurrentVersion \ ProfileList 
  4. Ogni sottochiave rappresenta il SID degli account utente, inclusi gli account integrati nel sistema.
  5. Seleziona il SID del tuo account principale per il quale desideri rinominare la cartella del profilo. È possibile identificarlo guardando il valore ProfileImagePath nel riquadro destro.

  6. Nella sottochiave appropriata, aggiorna i dati del valore ProfileImagePath di conseguenza, dal vecchio account utente al nuovo:
     Esempio: C: \ Users \ srame in C: \ Users \ Ramesh 
  7. Chiudi l'editor del registro.
  8. Avviare Esplora file e rinominare la cartella del profilo. Il nome della cartella deve essere esattamente uguale a quello digitato nel passaggio 6 sopra.

Ciò rinomina la cartella del profilo utente.

Ripristina e ricostruisci indice di ricerca di Windows

L'indice di ricerca di Windows avrebbe ancora migliaia di voci che puntano al vecchio percorso della cartella del profilo. Dovrai ripristinare e ricostruire completamente l'indice di ricerca, impostando il valore del Registro di sistema SetupCompletedSuccessfully su 0 .

Le istruzioni complete sono disponibili nell'articolo Ripristina e ricostruisci l'indice di ricerca completamente in Windows. Soprattutto vedi la sezione Come ripristinare manualmente la ricerca di Windows e ricostruire l'indice in quell'articolo.

$config[ads_text6] not found

Il ripristino della ricerca cancella tutti i percorsi indicizzati e Windows Search inizia a ricostruire automaticamente l'indice. Se si dispone di posizioni di cartelle personalizzate da aggiungere all'indice, aggiungerlo manualmente avviando Pannello di controllo → Opzioni di indicizzazione.

Aggiorna i percorsi del registro

Sebbene sia possibile accedere al profilo e utilizzarlo, semplicemente rinominare il valore ProfileImagePath non è sufficiente. Potrebbero esserci più di 100 valori di registro che puntano alla vecchia cartella del profilo utente e i numeri possono variare a seconda dei programmi installati sul sistema. Ad esempio, la ricerca Cortana memorizza la posizione del database dell'indice nel registro e, se non si aggiorna il percorso, si interrompe la funzione di ricerca nel menu Start e nell'app Impostazioni.

Puoi eseguire una ricerca nel registro utilizzando software come RegScanner di Nirsoft e rimarrai sorpreso nel vedere il numero di posizioni del registro (escluse le banali posizioni della cronologia utilizzate più di recente) che devi aggiornare.

È necessaria una ricerca del registro decente e uno strumento di sostituzione per eseguire una ricerca e sostituzione collettiva di tutte le occorrenze della stringa "Users \ oldname" in "Users \ newname". Alcuni software possono avere versioni di prova di 30 giorni, che è possibile scaricare ed eseguire le sostituzioni di stringhe di registro.

Una volta aggiornati i valori del registro, accedi al tuo account principale e verifica che tutto funzioni correttamente.

Avvertenze

  1. La ricerca / sostituzione del registro del software potrebbe non essere in grado di aggiornare determinate chiavi del registro a causa di problemi di autorizzazione. Per evitare questo problema, potrebbe essere necessario correggere le autorizzazioni in base alla chiave.
  2. Il registro non è l'unico posto in cui sono memorizzate le informazioni sul percorso del profilo. Alcune applicazioni memorizzano i dati in file di testo come file .ini, formato di file proprietario o persino in file di database. In questi casi, le applicazioni fanno ancora riferimento al vecchio percorso, potrebbero non funzionare come previsto. Non esiste un'unica soluzione per aggiornare i percorsi con un solo clic. Questo deve essere fatto in base all'applicazione.
  3. Se scopri che la vecchia cartella del profilo utente viene creata di nuovo automaticamente, una o più delle tue applicazioni esistenti fanno ancora riferimento al vecchio percorso. Apri la cartella e vedi quali applicazioni stanno aggiungendo file lì. Questo ti aiuta a riconfigurare quella particolare applicazione.

Se un'applicazione di importanza critica si interrompe dopo aver seguito la procedura sopra indicata, contattare il fornitore del software per assistenza. O ripristina la tua vecchia configurazione ripristinando dal backup dell'immagine che hai creato in precedenza.

Le informazioni contenute in questo articolo si applicano a tutte le versioni di Windows, incluso Windows 10.

Immagine in primo piano: foto di Mike di Pexels

Articoli Correlati